• Mer. Lug 24th, 2024

Finalmente è uscita la verità sulle voci che circolavano sul Cardinale Camillo Ruini: ha confessato tutto. Ecco che cosa ha detto!

 

Dopo tre decenni, emerge una verità che molti sospettavano: il cardinale Camillo Ruini ha rivelato che Oscar Luigi Scalfaro, allora Presidente della Repubblica, gli chiese aiuto per far cadere il governo Berlusconi. Ruini, che ha guidato la Conferenza Episcopale Italiana dal 1991 al 2007, ha parlato di un famoso pranzo al Quirinale subito dopo l’estate del 1994. Durante questo incontro, Scalfaro avrebbe chiesto al cardinale Ruini, al cardinale Angelo Sodano e a monsignor Louis Tauran di aiutare il Vaticano a disarcionare il governo di centrodestra guidato da Silvio Berlusconi.

Ruini, in un’intervista al Corriere della Sera, ha confermato che l’episodio è avvenuto realmente. Ha spiegato che, nonostante la buona fede di Scalfaro, la decisione unanime del gruppo fu di opporsi a quella che sembrava essere una manovra politica. Questo ha sorpreso Ruini, soprattutto perché Scalfaro era stato un suo grande amico. Questa rivelazione mette in luce come Scalfaro non agì da presidente imparziale, ma come un attore politico, cercando di rimuovere il leader che aveva formato una coalizione per impedire alla sinistra post-comunista di prendere il potere.

Nel 1994, Berlusconi ricevette un “avviso di garanzia” durante una riunione del G7 a Napoli, evento che segnò l’inizio delle difficoltà per il suo governo. Successivamente, la Lega di Bossi si ritirò dalla coalizione, facendo cadere l’esecutivo e aprendo la strada al primo governo del ribaltone guidato da Lamberto Dini. Questo governo durò poco, e nel 1996 il centrosinistra, guidato da Romano Prodi, vinse le elezioni. Berlusconi dovette aspettare fino al 2001 per tornare al governo.

Ruini ha ricordato un episodio del 1987 quando De Mita offrì a Scalfaro la carica di presidente del Consiglio, in opposizione a Craxi e con il sostegno del PCI. Scalfaro rifiutò l’offerta, decisione che Ruini approvò. Tuttavia, il cambiamento di posizione di Scalfaro nel 1994 colpì Ruini. Il cardinale ha riconosciuto che Berlusconi, come tutti i politici, ha mostrato pregi e limiti, ma ha negato che avesse fini eversivi, suggerendo che i pericoli per la Repubblica fossero altrove.

Cosa ne pensate? A voi i commenti!