• Gio. Lug 25th, 2024

Piantedosi Annuncia Seimila Agenti In Più: Insiste Sul Riconoscimento Facciale!

Per potenziare la sicurezza urbana, il ministro dell’Interno Piantedosi annuncia 6mila agenti in più nelle città e insiste sul riconoscimento facciale nei luoghi pubblici.

 

Piantedosi: più sicurezza nelle città tra agenti di polizia e riconoscimento facciale

Prende forma il piano per la sicurezza di Matteo Piantedosi, ministro dell’Interno. Ha appena annunciato l’assunzione di 6mila nuovi agenti di Polizia per il contrasto della criminalità.

Torna a parlare di riconoscimento facciale nei luoghi pubblici escludendo l’idea del ‘grande fratello’ in un’intervista rilasciata a Libero. Il presidio di garanzia delle autorità e della magistratura permette l’uso adeguato delle tecnologie avanzate pensate per la sicurezza pubblica.

Riguardo al riconoscimento facciale bisogna fare i conti nel nostro Paese con una moratoria fino al 31 dicembre 2023. Ricordiamo che, in Italia, non è consentito installare ed usare sistemi di riconoscimento facciale tramite dati biometrici. L’unica eccezione è l’uso del trattamento per la prevenzione e repressione dei reati e per indagini della magistratura.

Piantedosi annuncia 6mila agenti di Polizia in più nelle maggiori città metropolitane

Intervistato dal quotidiano Libero, Piantedosi ha spiegato la sua particolare attenzione alle principali città metropolitane in termini di sicurezza, tra cui Milano, Roma e Napoli.

Confrontandosi con i sindaci, il titolare del Viminale ha avviato azioni per garantire più sicurezza ai loro territori. Sono state effettuate diverse operazioni interforze ad alto impatto nelle principali città metropolitane. Queste operazioni sono state svolte soprattutto presso le stazioni ferroviarie e nelle zone ad alta frequentazione. A partire dal 16 gennaio, sono stati impegnati 21.042 operatori di Polizia.

Aumentare la presenza di agenti nelle aree con maggior affluenza di persone contribuisce a prevenire i reati rafforzando, allo stesso tempo, la sicurezza percepita dai cittadini.

Per il 2023, il governo ha finanziato l’assunzione di seimila agenti in più per aumentare gli organici e garantire il ricambio generazionale delle forze dell’ordine. Si aggiunge, per la sicurezza nelle stazioni e sui treni, il piano del ministro Salvini che prevede, nei prossimi anni, l’assunzione fino a 4mila operatori nelle Ferrovie dello Stato.

Stazione di Milano più sicura nel 2023

Grazie all’intensificazione dei servizi nella stazione centrale di Milano, nel primo quadrimestre 2023 l’indice di delittuosità è calato del 3,7% rispetto all’anno scorso. In particolare, le violenze sessuali sono scese del 24%. Rispetto al 2019, il numero di reati è sceso del 39%.

Il titolare del Viminale ha concluso dicendo che i cittadini sono preoccupati di episodi molto gravi come le aggressioni sessuali, ma devono avere fiducia nelle istituzioni.

Che ne pensate di Piantedosi? A voi i commenti!