• Gio. Ott 6th, 2022

Movimento Cinque Stelle In Crisi: Nuovo Partito Politico In Arrivo?

La decisione di Luigi Di Maio di abbandonare il Movimento Cinque Stelle è ormai stata presa e mancano davvero poche ore all’ufficializzazione dell’atto. Il Ministro degli Esteri potrebbe inoltre dar vita a un nuovo partito politico di cui, a quanto pare, sarebbe già stato individuato il nome. Ecco che cosa sta succedendo.

 

Arriva la scissione del Movimento Cinque Stelle: sta per nascere un nuovo partito politico?

Qualche giorno fa le dichiarazioni di Luigi di Maio non hanno riscontrato il consenso di molti membri del Movimento Cinque Stelle.

Questi non solo si sono discostati dalle affermazioni del Ministro degli Esteri, ma hanno deciso di intraprendere la missione di cacciare l’ex leader del partito in quanto si sono reputati offesi dalle sue parole.

Di Maio e i suoi seguaci non sono stati di certo a guardare, tanto che è partita una raccolta di firme volta a garantire la scissione del Movimento Cinque Stelle. Sarebbero numerosi i parlamentari disposti ad abbandonare il partito per seguire Di Maio in una nuova e promettente avventura.

Molti parlamentari avrebbero già deciso di aderire al nuovo progetto politico che vedrebbe nel loro leader Luigi Di Maio. Tra questi rientrano Sergio Battelli, Gianluca Vacca, Andrea Caso, Elisabetta Barbuto, Filippo Gallinella, Laura Castelli, Nicola Grimaldi, Maria Luisa Faro, Antonella Campagna, Primo Di Nicola, Cinzia Leone e Daniela Donno.

Queste persone e molto altre credono fermamente nell’opera di Di Maio, ed è per questo che si sono dette pronte nell’abbandonare il partito di Conte per seguire il loro leader.

I problemi che potrebbero abbattersi sul Movimento Cinque Stelle

Un eventuale scissione del Movimento Cinque Stelle potrebbe causare parecchi problemi al leader del partito politico pentastellato Giuseppe Conte.

Da un lato, la perdita di un così alto numero di parlamentari andrebbe a privare il movimento di una grande forza politica. D’altro canto, sarà molto più difficile fronteggiare le resistenze che in passato hanno tentato di indebolire il partito e di sovrastarlo con le loro ideologie.

Tra meno di 12 mesi inoltre, verranno indette le elezioni politiche del 2023 e, molto probabilmente, il partito non sarebbe in grado di ricostituirsi e ottenere il consenso del pubblico proponendo un nuovo programma.

Anche Beppe Grillo è voluto intervenire sulla questione, dicendo che è giusto che chi non crede più in questa grande famiglia si allontani dalla stessa, parlando con onestà.

Tutto questo potrà essere vissuto come un dramma in un primo momento ma, con il passare dei mesi , farà sì che solo i membri migliori continueranno a combattere per il bene del proprio partito. Secondo Grillo quindi, questa scissione potrebbe essere definita come una sorta di purificazione che renderà più forte il Movimento Cinque Stelle.

Il comico ha poi fatto riferimento ad un particolare tipo di amebe per descrivere tutti coloro che non credono nel partito, ma che non riescono a discostarsi dallo stesso per mancanza di personalità. I prossimi giorni si riveleranno fondamentali per conoscere le sorti del Movimento Cinque Stelle, ma a iamo certi che tutto ciò che sta accadendo non sarà altro che il preludio di un grave scontro politico.

Luigi Di Maio riuscirà a dar vita ad un nuovo partito politico, legittimando al meglio la propria ideologia? Giuseppe Conte riuscirà ad evitare la crisi e a riprendere il controllo della situazione che gli è recentemente sfuggita di mano? A voi i commenti!