• Mar. Set 27th, 2022

Guai Seri Per Silvio Berlusconi: A Quanto Ammonta il Risarcimento!

Silvio Berlusconi in questo momento è in seri guai giudiziari. L’ex Premier, dovrebbe versare una notevolissima somma economica, una cifra da capogiro. Riuscirà anche in questo caso a dichiararsi innocente? Ecco per cosa viene accusato!

Berlusconi accusato di Discredito Planetario: cosa rischia il milionario?

Più volte l’ex Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è finito al centro delle scene per vicende scandalose. Basti pensare al Ruby Ter, il famoso processo che ha portato diverse conseguenze per il premier, tra cui pesanti sanzioni, la reclusione e la confisca di diversi beni personali.

Successivamente l’uomo è stato scagionato da ogni accusa, ma è stato recentemente citato dai pm Luca Gaglio e Tiziana Siciliano per quello che viene definito Discredito Planetario. Questo consiste in un risarcimento che Silvio Berlusconi dovrà devolvere alla Presidenza del Consiglio.

Secondo le prime indiscrezioni, l’importo da pagare si aggira intorno ai 10 milioni di euro per il reato di corruzione e a 500.000 € per quanto riguarda invece la falsa testimonianza.

Il Consiglio dei Ministri ha deciso di costituirsi come parte civile, ma sono diversi gli elementi da prendere in considerazione per questa nuova causa.

In primo luogo bisogna soffermarsi sulla gravità della corruzione che tutti gli imputati hanno messo in atto durante lo svolgimento della vicenda. Da non sottovalutare l’impatto che è scaturito dalla vicenda di cui Berlusconi si è reso protagonista e della grande notorietà dei soggetti coinvolti.

Sono proprio queste le tre varianti che vanno a costituire quello che è stato definito come Discredito Planetario.

Maxi risarcimento: nessuna attenuante per Silvio Berlusconi

Sono passati 12 anni da tutte le indagini relative al processo Bunga-Bunga di cui Berlusconi si è reso protagonista. Proprio per questo motivo Tiziana Siciliano e Luca Gaglio hanno deciso di sottoporre Berlusconi ad un’ulteriore condanna, rigettando ogni forma di attenuante.

La decisione deriva dal fatto che Berlusconi è stato più volte graziato in passato, mentre ora è giunto il momento in cui lo stesso arrivi ad assumersi la responsabilità delle sue azioni.

L’ex premier si è comunque affidato all’avvocato Federico Cecconi, che ha dichiarato di come non sia presente alcuna forma di reato. Il legale ha poi aggiunto che tutto ciò di cui il suo imputato è stato accusato è decaduto con gli anni.

Per i procuratori invece, Berlusconi avrebbe corrotto le ragazze che si sono rese protagoniste dello scandalo ad Arcore. L’uomo avrebbe assicurato alle donne un reddito mensile accompagnato da vitto e alloggio. In questo modo sarebbero state accomodanti in tribunale in caso di accuse nei confronti di Berlusconi.

Questo però, ha dichiarato che non ha mai regalato niente a nessuno. Si è invece trattato di un aiuto che l’uomo ha corrisposto a queste ragazze a seguito dei danni che le stesse hanno riportato a causa dello scandalo.

Una di queste ragazze, Karima Ruby, avrebbe ricevuto circa 5 milioni di euro dallo stesso Berlusconi, ed è per questo che tutti questi soldi le sono stati confiscati. La ragazza ha più volte ribadito di non riconoscersi nella donna descritta dei media, poiché molte cose sono state inventate dei giornalisti.

Ad ogni modo la vicenda verrà approfondita dopo l’estate, quando Berlusconi dovrà presenziare in tribunale per rispondere di tali accuse.

L’ex Presidente del Consiglio dovrà corrispondere questa grande somma oppure, ancora una volta, riuscirà a dimostrare la sua innocenza? A voi i commenti!