• Gio. Ott 6th, 2022

In Arrivo Una Nuova Stangata: Italiani Inferociti!

Quello che sta accadendo nell’Est dell’Europa, ovvero il conflitto scoppiato tra Russia e Ucraina sta provocando un terremoto all’interno della nostra economia. Stiamo assistendo a continui rincari su tantissime risorse primarie. Tra tutte, spicca in maniera evidente il costo del carburante. Una vera e proprio stangata è in arrivo nelle prossime settimane. Cosa ci dobbiamo aspettare?

L’inizio del 2022 è stato aspettato da molti con grande trepidazione. Al nuovo anno sono stati consegnati molti buoni propositi e desideri, tra tutti la voglia di ricominciare a credere nel futuro. Questi due anni di pandemia hanno messo sul lastrico sia il sistema sanitario che quello economico italiano.

Con l’arrivo del vaccino e i numeri sempre più inferiori di infettati, questo 2022 non poteva non aprirsi che con una nuova rinascita su tutti i settori. Ma purtroppo qualcosa di imprevedibile e tremendo ci ha colpito anche se indirettamente, facendo crollare tutte le nostre speranze e certezze.

La guerra scoppiata in Ucraina da parte dei Russi sta coinvolgendo economicamente tutta Europa. L’Italia come altri paesi, ha condannato duramente la Russia di Putin attraverso forti sanzioni. La risposta del presidente non si è fatta attendere, e ha pensato bene di aumentare il costo delle risorse che esporta all’estero. In questo è stato furbo e ha giocato la carta appropriata.

Putin sa di avere il coltello dalla parte del manico. Ma cosa vuol dire? Cosa comporta questa azione per le nostre tasche?

Presto detto. La Russia è il principale fornitore di gas per il nostro paese, e mentre il governo si affanna a cercare fonti alternative, migliaia di famiglie stanno ricevendo dei veri e propri salassi in bolletta.

In queste ore sta circolando una foto che sta scatenando delle vere e proprie ire tra gli utenti. La foto riguarda il costo della benzina in un rifornimento a Torino, la cifra che si legge lascia senza parole.. quasi 5€ al litro! Non si sono fatti attendere i commenti e quello che ne è venuto fuori è stato un vero e proprio putiferio.

La foto inquisitrice è stata poco dopo eliminata in quanto frutto di un errore da parte del gestore, che subito ha ripristinato il corretto valore. Desta comunque amarezza leggere che la benzina è quasi 2.10€ al litro mentre il gasolio è a 1.910€.

Molti italiani per far fronte a questo rincaro, stanno cercando possibili soluzione come ad esempio limitare l’uso delle autovetture preferendo i mezzi pubblici. Alcuni addirittura stanno pensando di bloccare le assicurazioni auto in attesa di un possibile quanto improbabile miglioramento.

Secondo un dato Istat, le famiglie italiane subiranno un rincaro carburante di 570€ in più l’anno. Una notizia che lascia sgomenti tutti in quanto molti non possono permetterselo.

A fronte di ciò che il Governo sta pensando di varare un pacchetto di aiuti, destinato sia alle imprese che al singolo cittadino.

Un momento difficile che lascia poche prospettive buone per il nostro futuro. Voi cosa ne pensate? Siete anche voi dell’idea di limitare l’uso delle auto, per far fronte a questo aumento?

A voi i commenti!