• Mar. Gen 31st, 2023

Stangata Per Gli Automobilisti: Ecco Cosa Accadrà Presto!

Per i poveri cittadini italiani, i prossimi saranno dei mesi davvero duri, su tutti i fronti. Anche per tutti gli automobilisti non sarà un periodo facile con questa crisi in atto. Ecco cosa cambierà nel breve periodo!

 

Dicembre: il costo del carburante torna a salire

Gli ultimi mesi non sono stati sicuramente dei più semplici, in quanto i vari prodotti hanno toccato dei costi assurdi, così come il carburante, il cui prezzo è arrivato alle stelle. Da qualche tempo però, sembrava essere in atto una tregua, che però terminerà proprio tra qualche giorno, quando sul calendario comparirà la pagina di dicembre.

Dal primo giorno del nuovo mese, infatti, verranno a mancare tutti quegli sconti che facevano risparmiare sul gpl, sul metano, sulla benzina e sul gasolio. Si tratta sempre di pochi centesimi, che però riescono a far risparmiare sonanti quantità di denaro quando si fanno diversi litri di benzina. Questa non è sicuramente una notizia positiva per chi usa la propria auto per spostarsi giornalmente o anche per chi deve fare rifornimento per il proprio mezzo di trasporto.

Purtroppo i vari tagli applicati finora non saranno più validi e quindi per fare benzina non si potrà più beneficiare del risparmio che, per qualche settimana, ci ha consentito di tirare un leggero sospiro di sollievo. Non sappiamo ancora se a partire dall’anno nuovo la situazione migliorerà o se il costo del carburante tornerà a salire ancora.

Bloccato il costo delle multe 

Un altro argomento da affrontare riguarda l‘adeguamento delle multe. Ogni due anni, infatti, si mette in atto una sorta di aggiornamento che comporta un aumento di prezzo per le varie sanzioni. A causa degli ultimi avvenimenti, però, lo Stato italiano ha deciso di bloccare questo aggiornamento, facendo sì che il costo delle multe rimanga lo stesso. Questo sarebbe dovuto aumentare a partire dall’anno nuovo, ma vista l’inflazione e l’aumento dei prezzi è necessario ridurre questa sorta di pressione.

Ovviamente i vari costi potrebbero oscillare leggermente, ma non ci saranno dei drastici aumenti come invece si registrava in passato proprio durante questo periodo dell’anno. Se tutto ciò non fosse stato deciso, ci saremmo ritrovati in una situazione ancora più ostica, in quanto tutte le multe non pagate e quelle che verranno sottoscritte dal nuovo anno sarebbero state maggiorate di una soglia di prezzo non del tutto indifferente.

Il nuovo decreto sulle RC Auto

In ultima battuta, è importante focalizzarsi anche sull’RC auto, ovvero l‘assicurazione obbligatoria che ogni vettura deve possedere per poter circolare. In questo ambito verrà introdotta la procedura del risarcimento diretto. Si tratta di una sorta di tutela che va a coprire la vittima di un’eventuale sinistro, la quale dovrà percepire i soldi dal diretto interessato. Quest’ultimo, in un secondo momento, riceverà un rimborso dalla propria compagnia assicurativa.

Per molti si tratta di una mossa ingiusta, perché non sempre la persona che causa l’incidente è in possesso della somma di denaro per coprire i danni causati, né tantomeno per risarcire le persone coinvolte. Sicuramente, quindi, si genereranno altri problemi, ma starà al Governo predisporre i giusti interventi per far sì che la situazione rimanga sotto controllo.

Eravate a conoscenza dei nuovi cambiamenti relativi alle dinamiche che si verificheranno da qui ai prossimi mesi? Siete favorevoli all’adeguamento delle multe e alla riforma dell’assicurazione obbligatoria per le auto? A voi i commenti !