• Sab. Ott 1st, 2022

Farmaco Comune, Riduce Obesità E Sovrappeso!

Gli studiosi hanno scoperto che un comune farmaco che abbiamo a casa, ridurrebbe l’appetito e di conseguenza, l’obesità ed il sovrappeso! Ecco di cosa si tratta!

 

Che cosa si intende per obesità e sovrappeso?

Mantenere la forma fisica ideale non è facile, soprattutto laddove lo stile di vita assunto sia di tipo sedentario. Se a rutto questo si abbina un’alimentazione scorretta, possono insorgere gravi problemi di salute.

I primi sono proprio l’obesità e il sovrappeso, oggi giorno considerate vere e proprie patologie. Nel caso del sovrappeso il soggetto ha un peso superiore alla norma che comunque non è ancora al limite, cosa che invece si verifica laddove subentrasse l’obesità.

Queste due condizioni possono innescare molte altre patologie come ad esempio il diabete, l’ipertensione, tumori, disturbi del fegato e persino malattie che vanno ad intaccare i vasi sanguigni.

Quella dell’obesità è una vera e propria piaga sociale, in quanto secondo l’Oms il 50% degli adulti risulta essere in sovrappeso, così come il 30% dei bambini. In ogni caso è possibile porre rimedio alla situazione adottando uno stile di vita più sano, correggendo le proprie abitudini alimentari e dedicando del tempo all’allenamento fisico.

I farmaci per il mal di testa consentono di perdere i chili in eccesso: la scoperta scientifica

Secondo le ultime scoperte scientifiche, alcuni farmaci utilizzati per combattere l’emicrania avrebbe un ruolo benefico anche per quanto riguarda la perdita del peso e la diminuzione dell’appetito.

Tutto sarebbe in qualche modo legato all’azione della serotonina, la molecola del buonumore, che può innescare varie reazioni nel cervello. I farmaci in questione, che solitamente sono a base di triptofano, agiscono contrariamente alla serotonina, facendo sì che le risposte del cervello siano diverse in relazione all’appetito.

Questo è molto utile soprattutto in quei casi dove la fame nervosa è costantemente presente. In questo caso infatti, non si mangia per bisogno ma per noia o perché si vuole ingannare il tempo e  non si sa come fare.

Lo studio in questione si focalizza quindi su un recettore ben preciso della serotonina, il quale riuscirebbe a ripercuotere i suoi effetti sull’appetito e la perdita di chili. Per verificare la veridicità di questo studio sono stati condotti diversi esperimenti, ognuno dei quali ha permesso di verificare tale ipotesi.

Ancora una volta al centro della scena i topi, ai quali sono stati somministrati i farmaci la cui funzione è riuscita a dimostrare quanto affermato nella teoria scientifica.

Il ruolo dei triptani nel metabolismo umano

Lo studio ha fatto capire ai ricercatori che i triptani presenti nei farmaci riescono a migliorare il metabolismo dell’essere umano, regolando anche la produzione e lo smaltimento del glucosio.

Questo importante scoperta potrebbe rappresentare un punto di svolta utile a combattere le malattie come l’obesità e il sovrappeso. Molto probabilmente nei prossimi giorni gli scienziati otterranno altre risposte sulla questione e sarà possibile promuovere nuove tecniche per eliminare i chili in eccesso e godere di ottima salute.

Avete mai assunto farmaci per il mal di testa senza sapere che questi potessero avere dei risvolti sulla perdita di peso? A voi i commenti!