• Mer. Apr 24th, 2024

Scandalo In Chiesa: Parroco Viene Avvelenato!

In una chiesa italiana, un giovane parroco è stato avvelenato e ora rischia grosso. Ecco che cosa è successo!

 

Don Felice Palamara, giovane parroco di Pannaconi, una frazione di Cessaniti in provincia di Vibo Valentia, è stato recentemente vittima di un grave tentativo di intimidazione. Durante la celebrazione della Messa del sabato pomeriggio, ha scoperto che al posto del vino era stata versata della candeggina nelle ampolle utilizzate per l’Eucaristia, un atto non solo di evidente violenza simbolica ma anche di pericolo fisico, considerando le condizioni di salute del sacerdote, asmatico e cardiopatico.

Questo episodio segue altri atti intimidatori subiti da don Felice, tra cui danneggiamenti alla sua automobile e lettere minatorie. L’incidente è stato prontamente denunciato alle forze dell’ordine, che hanno iniziato le indagini, anche attraverso l’analisi delle immagini catturate da telecamere di sicurezza, per identificare i responsabili di questo gesto spregevole.

La reazione di don Felice all’accaduto è stata di grande dignità e spirito cristiano. Ha dichiarato sui suoi canali social che la sua “vendetta si chiama amore”, sottolineando la scelta del perdono e della misericordia come scudo e armatura di fronte a tale violenza. Il sacerdote ha espresso la sua intenzione di non lasciarsi scoraggiare o intimidire, mantenendo fermo il suo impegno verso l’amore fraterno, pur riconoscendo che la giustizia dovrà seguire il suo corso.

Anche il vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, Attilio Nostro, ha commentato l’incidente, invitando le comunità cristiane a non cedere allo sconforto o alla rabbia di fronte a questo “linguaggio di violenza”. Ha esortato a non lasciarsi tentare da reazioni negative, mantenendo viva la fede e la speranza.

L’atto di violenza nei confronti di don Felice non è un caso isolato nella regione. Anche un altro sacerdote locale, don Francesco Pontoriero, ha recentemente ricevuto intimidazioni, dimostrando un preoccupante clima di ostilità nei confronti di figure ecclesiastiche.

Questi eventi sollevano questioni importanti sulla sicurezza e sul rispetto nei confronti delle comunità religiose, sottolineando la necessità di un impegno collettivo per promuovere la pace, la tolleranza e la comprensione reciproca.

Cosa ne pensate? A voi i commenti!