• Sab. Set 24th, 2022

Si è a lungo valutata l’ipotesi di sospendere definitivamente l’obbligo della mascherina. Per questo motivo, molte restrizioni sono decadute ma, a quanto pare, l’obbligo potrebbe tornare in vigore già dei prossimi giorni. Ecco le ultime decisioni in merito.

 

Referendum sulla giustizia del 12 giugno 2022: nuovi obblighi per gli italiani

Quello di domenica 12 giugno è stato descritto come Election Day, in quanto molti Comuni italiani dovranno dedicarsi alle elezioni amministrative. Allo stesso tempo, gli italiani saranno chiamati ad esprimere la propria opinione in merito al Referendum sulla giustizia.

Saranno infatti proposte cinque schede: ognuna di queste recherà una domanda diversa a cui gli italiani dovranno rispondere per abrogare la legge o no per mantenerla in vigore.

A tal proposito sono state emanate delle disposizioni secondo le quali gli italiani dovranno attenersi al rispetto di alcune regole per poter accedere presso i seggi comunali.

Solo in questo modo sarà garantito il completo rispetto delle norme anti-Covid atte e a contrastare e a prevenire la diffusione del contagio del virus.

Quali obblighi dovranno rispettare gli italiani il 12 giugno 2022?

Lo Stato e i Comuni hanno diffuso delle comunicazioni volte ad informare i cittadini sulle regole da rispettare per poter esprimere il proprio voto.

Secondo le ultime disposizioni, i cittadini potranno recarsi alle urne indossando una semplice mascherina chirurgica e non per forza la FFP2. In ogni caso verrà richiesto di igienizzare le mani con soluzione idroalcolica prima di entrare all’interno del seggio.

Sarà poi l’elettore a dover inserire le schede ripiegate nelle urne, non come succede una volta, quando era la Commissione ad inserirle negli appositi contenitori. Anche i seggi elettorali inoltre verranno sottoposti a profonde procedure di sanificazione.

Le diverse critiche rivolte al governo

Ovviamente la circolare diffusa dal Governo ha solleticato l’opinione pubblica che, in gran parte, non ha fatto altro che criticare le decisioni prese dallo Stato.

Guido Crosetto ha dichiarato come sia inutile recarsi ad un concerto senza mascherina per poi indossarla per andare a votare. Il membro della Lega Claudio Borghi ha posato l’attenzione su come molte persone potrebbero non votare poiché prive di mascherina, una mossa politica che il Governo ha sicuramente preso in considerazione.

Per molti, infatti, l’obbligo di indossare la mascherina durante le prossime elezioni non è atto a garantire il benessere del popolo, ma solo a incentivare il ruolo della politica italiana. Pare infatti assurdo che la gente possa riunirsi e creare assembramenti non indossando la mascherina, mentre non può recarsi alle urne senza il dispositivo di protezione individuale.

Ad ogni modo, è importante ribadire che, anche in altri contesti, l’uso della mascherina è lasciato a completa discrezione dell’individuo. La situazione della pandemia appare oggi molto più semplice rispetto al passato, ma comunque il virus non è da sottovalutare, poiché è ancora molto forte in alcune regioni italiane.

È giusto indossare la mascherina per andare a votare oppure sarebbe più indicato utilizzarla in caso di assembramento presso i luoghi pubblici? A voi i commenti!