• Gio. Ott 6th, 2022

La Russia ha testato un nuovo missile che potrebbe mettere in ginocchio tutta l’Europa e gli Stati Uniti. Putin ha quindi mostrato ancora una volta il suo livello di supremazia verso il mondo, sperimentando un missile balistico intercontinentale. Il Premier russo ha ribadito l’importanza di non contrastarlo nella sua operazione speciale, poiché le conseguenze potrebbero essere molto serie per tutti.

La Russia sperimenta un nuovo missile: Putin invita i paesi della Nato a fare attenzione

Negli ultimi giorni, la Russia ha sperimentato il missile balistico intercontinentale più potente al mondo. Il prototipo, conosciuto con il nome di Sarmat, ha una portata di circa 18.000 km.

Ciò gli permetterebbe di colpire l’Europa e gli Stati Uniti nello stesso momento, ed è quindi l’asso nella manica di Putin e di tutta la Federazione Russa.

La sperimentazione nell’ordigno è stata resa nota dalle tv nazionali e, a quanto pare, l’operazione avrebbe riportato successo in ogni sua fase. Putin ha dichiarato che il missile Sarmat al momento non ha rivali e renderà l’armata russa molto più forte di quanto lo sia adesso.

Nel presentare questa iniziativa, il Premier russo ha detto che questo nuovo strumento potrà far riflettere i suoi nemici, facendo aprire gli occhi a tutti coloro che si mettono contro la Russia.

La Russia lancia un nuovo missile: ecco le caratteristiche di Sarmat

Il nuovo missile adottato da Mosca ha delle caratteristiche piuttosto particolari. Ogni parte dell’ordigno viene prodotta in Russia e tutti i test effettuati finora ne hanno dimostrato la potenza.

È stato appurato che il missile Sarmat può volare ad una velocità di quasi 25.000 km/h e può trasportare diverse testata nucleari di quasi 10 tonnellate l’una.

Non è la prima volta che si sente parlare di questi missili, poiché Putin ne ha accennato l’esistenza nel 2018, anche se da allora il prototipo è stato sicuramente potenziato.

La potenza di questa nuova risorsa russa è sicuramente una minaccia per l’Europa e gli Stati Uniti. Questo perché si tratta del missile più pericoloso mai realizzato sulla Terra, in grado di colpire più continenti nello stesso momento.

Per non parlare poi della capacità dell’ordigno di trasportare diverse testate nucleari, in modo da lanciarle nelle vari luoghi designati senza difficoltà.

Il Governo russo ha comunicato che negli ultimi mesi i militari hanno dedicato molto del loro tempo a sperimentare questa risorsa. Questo perché la Russia è sicuramente molto avvantaggiata nel settore e non vuole farsi trovare impreparata dalle potenze nemiche.

Il Premier russo ha organizzato dei test in diverse parti della Russia e si è servito di molte risorse per verificare la potenza del missile intercontinentale. Questo tipo di arma è stata definita come un ordigno di prossima generazione, in quanto è in grado di provocare danni mai visti prima.

Ancora una volta, quindi, il conflitto fra Russia e Ucraina potrebbe degenerare in qualcosa di più grave. Si spera che quello di Putin sia solamente un intervento intimidatorio e non una presa di posizione verso i nemici.

Secondo voi il leader della Russia deciderà di lanciare il missile, oppure si è trattato di un bluff per ribadire ancora una volta la sua supremazia nei confronti del mondo?