• Mer. Nov 30th, 2022

Allarme Supermercato: Ritirati Prodotti Per Bambini!

Ormai comprare alimenti dal supermercato non è più così sicuro. Molti prodotti sono risultati contaminati, tra questi beni che consumano in particolar modo i bambini!

 

Thc nei prodotti del supermercato: sequestrati patatine e biscotti

Da qualche ora si è diffusa la notizia relativa alla presenza di Cannabis all’interno di prodotti alimentari come patatine e biscotti al cioccolato. La segnalazione è partita dalla città di Bolzano, dove i Carabinieri hanno prontamente contattato le autorità locali per procedere ai dovuti accertamenti sulla questione.

Successivamente l’Istituto Nazionale Della Sanità ha diramato un annuncio pubblico per informare i consumatori del pericolo, diffondendo un’allerta di tipo 1. Parliamo di alimenti facilmente reperibili nella maggior parte dei supermercati, motivo per cui è davvero difficile bloccarne la commercializzazione in poche ore.

Le autorità hanno inoltre invitato la popolazione a fare molta attenzione, in quanto in passato casi simili si sono verificati all’estero e diverse persone hanno riportato delle conseguenze piuttosto gravi.

Bambini a rischio: destinati a loro i prodotti contaminati

La presenza di Thc nei biscotti e nelle patatine ha subito generato ansia e preoccupazione nelle famiglie, in quanto si tratta di beni alimentari destinati ai bambini, il cui organismo può essere esposto a vari pericoli in caso di contaminazione.  I pediatri sono stati interrogati sulla questione e loro sono altamente preoccupati dagli effetti a lungo termine che queste sostanze potrebbero comportare sulla salute dei più piccoli.

Il principio attivo della Cannabis, il Thc, appartiene alla famiglia dei fitocannabinoidi e innesca dipendenza nei soggetti che ne fanno un uso abituale. In alcuni casi si parla degli effetti positivi assai raccomandati per le terapie del dolore o per contrastare l’insorgenza di alcune patologie piuttosto invalidanti. Per questo più volte si è posta la questione del Thc e della sua legalizzazione ma la questione è ancora aperta e, sicuramente, non sarà così facile approfondirla.

I malati raccomandano la diffusione di questa sostanza in quanto pare avere delle grandi proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche e antiemetiche ma comportare anche effetti secondari come vertigini, mal di testa e convulsioni.

Perché i bambini sono più suscettibili all’azione della Cannabis?

Ovviamente tutti gli esseri umani sono suscettibili all’azione dei cannabinoidi, ma alcune categorie potrebbero manifestare ulteriori disagi. Tra questi i bambini, i quali non hanno ancora un sistema immunitario in grado di proteggerli dalle diverse minacce a cui ogni giorno vengono inconsapevolmente esposti.

A tal proposito, parliamo di un fenomeno noto come esposizione involontaria, dove per l’appunto il soggetto non è consapevole di quello che sta succedendo e nemmeno di andare incontro ad un pericolo così grande. Molti genitori si sono quindi preoccupati, ma del resto è impossibile sapere con anticipo tutto quello che potrebbe farci stare male una volta solcata la porta di casa.

Qual è la vostra opinione in merito a quanto avvenuto nelle ultime ore? Eravate consapevoli in merito alla pericolosità che il Tch può avere sull’organismo umano? A voi i commenti!