• Ven. Dic 1st, 2023

Il Governo Stanzia Bonus di 200 e 250 Euro: Come Ottenerli Senza Isee!

Ben presto i cittadini italiani potranno ricevere due bonus, uno di 200 e l’altro di 250 euro. Tutto senza il bisogno di presentare l’Isee. Ecco come beneficiare di questi nuovi contributi.

 

Bonus senza Isee: la novità per gli abitanti del Trentino Alto Adige

Gli Italiani non stanno certo attraversando un buon periodo. Questo a causa dell’inflazione che incide gravemente sugli acquisti quotidiani. Un introito extra potrebbe aiutarli a sostenere tutte le spese, garantendo il tenore di vita mensile senza fatica. Ebbene, gli abitanti del Trentino Alto Adige potranno usufruire di alcuni contributi volti a sostenere il caro prezzi delle abitazioni e dei costi legati all’acquisto degli immobili.

Durante la conferenza stampa del 17 Luglio a Bolzano, l’Unione Commercio, Turismo e Servizi dell’Alto Adige, EBK, ha rivelato i progetti per supportare i lavoratori che devono sostenere ingenti spese abitative. La soluzione proposta dall’EBK si basa su proposte sostenibili, alcune destinate ai dipendenti, altre alle imprese. Per beneficiare di questo aiuto è necessario essere in regola con i contributi EBK e Ascom/Covelco.

I nuovi bonus sono destinati a tutti i dipendenti, senza distinzione di sesso: quello da 200 euro comporta l’acquisto di una bicicletta a uso personale, non importa se si tratta di un mezzo elettrico o tradizionale. Coloro che, invece, risiedono da soli in provincia di Bolzano potranno usufruire di un bonus annuo abitativo del valore di 250 euro.

Gli obiettivi principali sono due: il primo promuove la mobilità sostenibile, l’altro mitiga i costi abitativi per i cittadini dell’Alto Adige. Il fatto che questi aiuti non siano vincolati da limitazioni Isee è sicuramente allettante. Non è richiesto alcun requisito di reddito e non esistono limiti di spesa minima. Sarà dunque possibile utilizzare i contributi senza restrizioni particolari.

Bonus da 200 e 250 euro: ecco a chi spettano

Tutte le imprese registrate preso l’EBK potranno usufruire di altri due contributi: uno riguarda il rimborso per i costi sostenuti per l’infanzia e il doposcuola, ovviamente nei centri convenzionati. Il bonus verrà erogato fino al compimento dei 14 anni di età del bambino. Per la precisione si parla di 13 anni e 364 giorni.

L’importo del primo bonus prevede un rimborso pari al 65% di 6 euro l’ora, oppure di 240 euro settimanali, Iva e pasti compresi. Il secondo contempla il rimborso del 35% su 1.500 euro, spesi per allestire zone ricreative o di relax. Il bonus prevede anche l’acquisto di attrezzature ed elettrodomestici, ma non solo. A partire da questo mese, saranno rimborsabili anche i costi sostenuti per l’acquisto di biciclette elettriche o per l’installazione di aree di ricarica per le stesse. Ovviamente l’accesso è consentito a tutti i lavoratori. Non finisce qui, perché esistono altri vantaggi: le imprese che garantiscono lavoro part time post maternità potranno beneficiare di 3.000 euro Una Tantum.

Gli aiuti riguarderanno anche gli studenti e i dipendenti che concludono un master positivamente. In questo caso si tratta di 500 euro da richiedere entro sei mesi dal conseguimento della laurea magistrale. Le aziende potranno inoltre ottenere un’indennità annua di 600 euro qualora un dipendente decidesse di assumere un badante per assistere un genitore. Tutto ciò a condizione che l’anziano non autosufficiente percepisca un’indennità di accompagnamento.

Si tratta sicuramente di una bella iniziativa, volta a fronteggiare la grave inflazione che affligge il nostro Paese: riuscirà il Governo a soddisfare le esigenze di tutti i cittadini? Questi bonus faranno tirare un sospiro di sollievo agli abitanti del Trentino? A voi i commenti!