• Sab. Ott 1st, 2022

Anche se l’acqua può essere considerata un bene primario senza troppe caratteristiche, esistono degli elementi che possono attestarne la validità. Questo è il motivo che ha spinto Altroconsumo a compiere delle analisi su tutte le acque presenti in commercio, al fine di evidenziare le marche peggiori. Ecco che cosa è emerso dagli ultimi studi.

 

Altroconsumo conduce uno studio sulle marche più famose di acqua minerale

Altroconsumo, un’associazione che si occupa di tutelare la salute dei consumatori, ha deciso di condurre uno studio sull’acqua minerale. Ogni anno questo ente si occupa di prendere in esame la maggior parte delle marche di acqua presente sul mercato, al fine di osservarne le qualità ed eleggere la migliore.

Sono stati quindi presi in esame 75 marchi diversi. Ci si è poi focalizzati sulla presenza di sostanze inquinanti e metalli e sulla percentuale di sali minerali presenti nell’acqua. Così facendo, Altroconsumo è riuscito a stilare una classifica delle migliori acque attualmente in commercio.

I risultati dell’indagine compiuta da Altroconsumo

Questo tipo di esame viene ripetuto ogni anno al fine di garantire la qualità e la validità dell’importante bene di consumo.

Secondo gli ultimi test di laboratorio, la migliore acqua fra tutte è la Smeraldina naturale, che è riuscita ad ottenere un punteggio di ben 73 punti.

Acque di ottima qualità si sono rivelate essere la Recoaro e la Rocchetta, entrambe con 72 punti, seguite da San Benedetto e San Bernardo con 71.

Molto valide anche Guizza e Lauretana, che hanno ottenuto un punteggio di 70 punti. La qualità scende a buona per Vitasnella, San Benedetto, Gran Guizza, Panna e Luisa che ottengono tutte 69 punti.

La Blues dell’Eurospin raggiunge 68 punti, seguita da San Benedetto Eco Green, Conad, Nestlé e San Benedetto Easy Green con 67.

66 punti sono stati ottenuti da Esselunga ed Evan naturale contro i 65 della Saguardo del Lidl, della Lilia e della Mangiotorella. Per quanto riguarda invece la Boario, quelle della Coop e del Carrefour il punteggio è di 64, che scende 62 per la Sant’Anna.

61 punti sono stati conferiti a Goccia di Carnia e San Giorgio mentre 60 a Martina naturale.

Infine, come fanalino di coda, troviamo la Santa Croce naturale con 59 punti , la Valmora con 56, Levissima con 55 e Humana con 50 punti.

Quali sono stati i parametri considerati per attribuire il punteggio finale?

Questa classifica ha rivelato molte sorprese, in quanto alcune acque vendute da discount sono risultate estremamente più valide di quelle commercializzate da grandi brand.

Come accennato prima, Altroconsumo ha preso in esame alcuni parametri al fine di valutare in maniera obiettiva questi test. Oltre alla ricerca di metalli e sostanze pericolose, è stata valutata la presenza dei sali minerali. Allo stesso tempo sono state esaminate anche le informazioni riportate sull’etichetta, le quali devono essere complete e soddisfare al meglio le richieste del consumatore.

Non da ultimo è stata presa in esame la bottiglia, la quale deve rispettare determinati standard in termini di ecologia e risultare estremamente comoda a chi la utilizza.

E voi quale di queste acque siete soliti consumare? Siete certi della qualità dell’acqua che andate ad assumere ogni giorno o i risultati vi hanno lasciato spiazzati? A voi i commenti!