• Gio. Dic 8th, 2022

Elezioni Politiche Italiane: L’Interferenza Di Putin!

Poche ore fa il Financial Times ha scritto un articolo allarmante circa le elezioni che si terranno in Italia a Settembre per eleggere il nuovo governo. Stando a quanto scritto nel giornale, Putin avrebbe influenzato alcuni politici italiani!

 

Il Financial Times lancia l’allarme: la Russia potrebbe influenzare le elezioni anticipate dell’Italia

Uno dei più importanti giornali inglesi, il Financial Times, ha dedicato un articolo alla situazione italiana, delineando come il Governo di Draghi sia caduto e di come l’Italia debba presto correre alle urne.

Secondo alcune voci di corridoio delle ultime ore, alcuni esponenti della politica russa, tra cui lo stesso Vladimir Putin, avrebbero tentato di minare le nuove elezioni del 25 settembre.
Questi avrebbero inoltre contribuito al decadimento del Governo Draghi, proprio per la sua grave presa di posizione legata all’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca.

Il pensiero espresso dal Financial Times

Secondo la rivista inglese, il Governo Draghi è caduto per mano di tre politici che, anziché supportarlo, lo hanno condotto al fallimento.

Stiamo parlando di Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giuseppe Conte che, a quanto pare, avrebbero sempre mantenuto un ottimo legame con il primo cittadino di Mosca.

Per molti il loro comportamento è più che giustificato, ma pare che i tre politici abbiano assistito alla caduta di Draghi appoggiando in pieno il parere espresso dai politici russi.

Secondo gli stessi infatti, il premier Mario Draghi avrebbe voltato le spalle all’Italia dopo che la Russia ha invaso l’Ucraina. Draghi avrebbe quindi tradito la Russia, che da sempre ha intrattenuto profonde relazioni con molti politici italiani.

Il Financial Times ha quindi dichiarato come una possibile interferenza russa potrebbe delineare l’andamento delle prossime elezioni politiche anche se, comunque, sarà molto difficile effettuare i giusti controlli in merito.

Berlusconi e Salvini sono stati influenzati dalla Russia?

Secondo alcune delle ultime indiscrezioni, alcuni membri politici come Matteo Salvini avrebbero avuto dei contatti con dei politici russi proprio qualche tempo fa.

Questo sarebbe avvenuto anche in passato, circa 60 giorni prima della caduta del Governo di Draghi. Il sottosegretario di Stato Franco Gabrielli ha però smentito tutto, dicendo che queste supposizioni sono ridicole ed è per questo che non c’è nessun tipo di indagine in corso.

Le stesse accuse sono state rivolte anche a Silvio Berlusconi, il quale avrebbe effettuato diverse telefonate per poter parlare con alcuni rappresentanti di Mosca.

I leader della Lega e di Forza Italia hanno quindi smentito ogni accusa, definendo tutte queste voci degne di un romanzo fantasy. Matteo Salvini è arrivato a dire che tutte queste supposizioni sono state inventate dalla Sinistra che, a differenza dei loro partiti, non riesce a trovare dei punti di svolta per ottenere il successo desiderato.

Secondo voi sarà presente qualche forma di intercettazione russa nelle prossime elezioni del 25 settembre? I leader dei partiti di destra hanno stretto profondi legami con Mosca? A voi commenti!