• Lun. Mag 20th, 2024

Classifica Dei Paesi Più Felici Al Mondo: Ecco Dove Si Posiziona L’Italia!

È uscita la nuova classifica sui Paesi più felici del mondo, e la prima cosa a cui si pensa è “Dove si sarà posizionata l’Italia quest’anno?”. Ecco dove!

 

La Finlandia si conferma nuovamente come il paese più felice del mondo per il settimo anno consecutivo, secondo il “World Happiness Report” 2024. Questo studio unico nel suo genere non solo classifica i paesi in base al grado di felicità percepito dai loro cittadini ma, per la prima volta, analizza la felicità nelle diverse fasi della vita, sfatando alcuni stereotipi prevalenti.

Con la Danimarca e l’Islanda che seguono da vicino, e l’Afghanistan posizionato all’ultimo posto, la ricerca evidenzia come il benessere percepito sia influenzato da vari fattori quali servizi sociali, livello sanitario, reddito, libertà personale e grado di corruzione percepito. Sorprendentemente, l’Italia si trova al 41° posto, superando appena il Guatemala ma rimanendo dietro a paesi come Kosovo e Romania.

Il rapporto, realizzato da Gallup in collaborazione con l’Oxford Wellbeing Research Centre e il Sustainable Development Solutions Network dell’ONU, si basa su dati raccolti in 143 paesi e viene pubblicato in coincidenza con la Giornata internazionale della felicità. Quest’anno, particolare attenzione è stata rivolta all’analisi della felicità nelle diverse fasce d’età, con risultati che contraddicono l’idea comune che la gioventù sia il periodo più felice della vita e la vecchiaia il meno.

Emergono tendenze preoccupanti, come il declino della soddisfazione di vita tra i giovani a seguito della pandemia di COVID-19, nonostante un generale “rimbalzo” della benevolenza post-pandemica. Inoltre, la ricerca dimostra come, in diverse parti del mondo, gli anziani oggi tendano a essere più felici dei giovani, una situazione che invita a riflettere sulla complessità del concetto di felicità e sulle varie influenze che lo modellano.

Questo studio offre dunque una panoramica globale sul benessere, sottolineando l’importanza di fattori economici, sociali e personali nel determinare il grado di felicità di una nazione. Il “World Happiness Report” si conferma uno strumento prezioso per comprendere meglio cosa rende le persone felici e come le politiche pubbliche possano contribuire a migliorare il benessere collettivo a livello mondiale.

Cosa ne pensate? A voi i commenti!