• Mer. Feb 21st, 2024

Filippo Turetta Respinto Dai Genitori: Ecco Perché Non Vogliono Incontrarlo!

Nuova svolta nel caso di Filippo Turetta. Il giovane ragazzo avrebbe chiesto di incontrare i suoi genitori, ma questi avrebbero declinato l’invito. Ecco per quale motivo i coniugi Turetta sono giunti a tale conclusione.

 

I genitori di Filippo Turetta rifiutano di vedere il figlio: ecco perché

Filippo Turetta è tornato in Italia qualche giorno fa e fra le prime richieste da lui presentate rientra quella relativa alla possibilità di incontrare i genitori. Questi avrebbero però declinato l’invito. Il giovane ragazzo è stato incarcerato a seguito dell’assassinio e del rapimento di Giulia Cecchettin, la sua ex fidanzata. Attualmente si trova presso il carcere di Montorio a Verona, dove ha rilasciato una serie di dichiarazioni spontanee davvero molto sconcertanti.

I genitori di Turetta sono quindi stati convocati in carcere a qualche giorno dal suo arrivo ma, contrariamente ad ogni tipo di aspettativa, hanno deciso di non partecipare al colloquio organizzato dalla polizia penitenziaria con il figlio. Scelta davvero molto difficile per un genitore. Gli stessi avrebbero potuto incontrare Filippo a seguito di una dichiarazione rilasciata dalla Procura di Venezia, ma hanno deciso di rinunciare.

A dare la brutta notizia al ragazzo il suo legale, Giovanni Caruso. L’avvocato ha infatti comunicato che Nicola ed Elisabetta Turetta avrebbero manifestato la necessità di ottenere un supporto psicologico prima di incontrare Filippo. Questo perché, in questo momento, non hanno i mezzi per poterlo fare con lucidità. Caruso ha quindi riportato la volontà dei coniugi Turetta al carcere e al suo assistito, che ovviamente non ha digerito bene questa presa di posizione, prendendola quasi come una sorta di abbandono.

Autorizzata l’autopsia sul corpo di Giulia: ecco quando verranno celebrati i funerali della ragazza

Secondo le ultime indiscrezioni, sono state firmate tutte le documentazioni che permetteranno agli esperti di condurre l’esame autoptico sul corpo della povera Giulia Cecchettin. Ricordiamo che la ragazza è stata uccisa da diverse coltellate al collo e alla testa prima di essere gettata da un dirupo e finire all’interno di un canale.

Nelle prossime ore, quindi, verrà finalmente eseguita l’autopsia mentre nei prossimi giorni la salma verrà restituita alla famiglia per la celebrazione del funerale. Gino Cecchettin, il padre di Giulia, non ha rilasciato molte dichiarazioni in merito alla data del rito, motivo per cui non si hanno ancora molte certezze in merito. I funerali dovrebbero però svolgersi a Padova presso la Basilica di Santa Giustina.

Filippo Turetta è stato accusato di omicidio aggravato e sequestro di persona, ma non è tutto. La famiglia di Giulia è riuscita a far emergere degli aspetti che finora sono rimasti nell’ombra, ma che potrebbero far peggiorare ulteriormente la posizione del giovane Turetta. Pare infatti che lo stesso assumesse dei comportamenti ossessivi nei confronti dell’ex fidanzata e che più volte si sia macchiato del reato di stalking.

Questo a fronte di alcuni messaggi vocali che farebbero emergere la natura di Turetta, quella di un narcisista manipolatore che vuole controllare la vita degli altri sotto ogni punto di vista. Non ci resta che attendere per scoprire in che modo la Legge italiana deciderà di punire il giovane veneto e soprattutto scoprire quando i genitori si sentiranno pronti ad incontrare il figlio. Cosa ne pensate? A voi i commenti!