• Sab. Lug 20th, 2024

Putin, Nuovo Potente Alleato: Ecco Di Chi Si Tratta!

Putin ha recentemente confermato le voci di una possibile alleanza con un personaggio molto potente e rinomato in tutto il mondo. Ecco di chi si tratta!

 

Il recente patto di “mutua difesa” firmato tra Kim Jong-un e Vladimir Putin potrebbe avere un impatto significativo sulla guerra in Ucraina. I due leader, uniti da retorica antioccidentale e minacce nucleari, hanno stretto un accordo che prevede una forte cooperazione militare ed economica, con un particolare focus sull’assistenza reciproca in caso di attacco. Questo sviluppo preoccupa non solo i paesi occidentali, ma anche la Cina.

A Pyongyang, il tricolore russo sventola accanto al volto di Putin, celebrando l’amicizia tra Russia e Corea del Nord. La visita di Putin è stata accolta con cerimonie sontuose e folle esultanti, segnando la firma di un accordo che potenzia i legami tra i due paesi in un “partenariato strategico globale”. Questo include un impegno di assistenza reciproca, che potrebbe vedere la Corea del Nord coinvolta nel conflitto ucraino.

Durante l’incontro, Putin ha ricordato le dichiarazioni di Stati Uniti e NATO riguardo la possibilità per Kiev di colpire il territorio russo con armi di precisione e jet F16. Il patto di mutua difesa potrebbe portare la Russia a coinvolgere la Corea del Nord, sfruttando gli attacchi ucraini contro città russe e regioni annesse, considerate territorio russo da Putin.

La relazione tra le economie militarizzate di Russia e Corea del Nord è vantaggiosa per entrambi i leader. Putin offre a Kim tecnologia sottomarina e satellitare, necessaria per il programma nucleare nordcoreano, oltre a forniture sanitarie e alimentari per il paese colpito dalle sanzioni occidentali. In cambio, la Russia ottiene armi e missili, con il recente utilizzo di missili balistici nordcoreani per colpire obiettivi in Ucraina.

Putin ha sottolineato che entrambi i paesi perseguono una politica estera indipendente e non accettano ricatti o diktat. Ha affermato che Pyongyang ha il diritto di difendersi e che la cooperazione militare è di natura difensiva e pacifica. Tuttavia, l’unione tra Russia e Corea del Nord, con la loro retorica antioccidentale e minacce nucleari, preoccupa molti, inclusa la Cina.

Pechino ha osservato con cautela la visita di Putin in Corea del Nord. La Cina, principale partner commerciale di Pyongyang, condivide un trattato di mutua difesa con la Corea del Nord risalente agli anni ’60. Sebbene il presidente cinese Xi Jinping abbia consolidato un’amicizia “senza limiti” con Putin, Pechino ha preso le distanze da Mosca per evitare sanzioni occidentali. Tong Zhao del Carnegie Endowment for International Peace sostiene che la Cina è attenta a non creare la percezione di un’alleanza tra Pechino, Mosca e Pyongyang, per mantenere la cooperazione con i principali paesi occidentali.

La visita di Putin a Pyongyang è stata caratterizzata da un’accoglienza sfarzosa, con tappeti rossi, guardia d’onore e manifesti celebrativi. Questo avviene nonostante la Corea del Nord soffra di carenza di cibo, carburante ed energia, a causa delle sanzioni e della pandemia. Tuttavia, Pyongyang non ha badato a spese per questa visita, la prima di un presidente russo in un quarto di secolo.

Kim Jong-un ha dichiarato che le relazioni tra Russia e Corea del Nord stanno entrando in un periodo di nuova grande prosperità, superiore a quello delle relazioni coreano-sovietiche del secolo scorso. Questa amicizia, però, irrita la Cina, che osserva con preoccupazione l’abbraccio tra i due leader. Kim è stato invitato da Putin a visitare la capitale russa, segno di un ulteriore rafforzamento dei legami tra i due paesi.

Cosa ne pensate? A voi i commenti!